Dopo le Circoscrizioni, il riassetto dei servizi comunali sul territorio e un nuovo modello di partecipazione


Sei nuove Delegazioni e due Sportelli dedicati, oltre a un modo nuovo di intendere e praticare la partecipazione. Questo, in sintesi, il progetto per il futuro sviluppo dei servizi comunali sul territorio che ha ottenuto oggi il via libera della Giunta dopo una lunga serie di incontri, confronti, valutazioni e analisi.
A seguito della decisione del Governo di ridurre i costi della politica anche attraverso l’abolizione delle Circoscrizioni, organi istituzionali eletti direttamente dai cittadini, l’Amministrazione comunale di Ferrara ha elaborato una proposta che prevede la riorganizzazione dei servizi territoriali, attraverso l’istituzione delle nuove Delegazioni, e l’individuazione di un nuovo modello di ascolto, coinvolgimento e partecipazione dei cittadini, per continuare a garantire la funzione fin qui svolta dai Consigli di Circoscrizione, ma contestualmente rinnovandola con l’introduzione di metodi e strumenti nuovi e innovativi. L’obiettivo è quello di preservare l’erogazione dei servizi in forma decentrata e di assicurare spazi di democrazia partecipata e coinvolgimento attivo della comunità locale e dei portatori di interessi specifici.
Il progetto, già illustrato ai Consigli circoscrizionali e in diverse occasioni di confronto con i cittadini, dopo un primo orientamento di Giunta approvato lo scorso dicembre, prevede l’erogazione da parte delle sei nuove Delegazioni dei servizi di:
– anagrafe (rilascio/rinnovo carta d’identità; rilascio di certificazione anagrafica; cambio di residenza/abitazione; autentiche e legalizzazioni; autocertificazioni anagrafiche; notifica atti)

– Urp decentrato (informazioni, ascolto, orientamento, gestione segnalazioni, distribuzione modulistica)

– Spazi di prossimità (sportelli gestiti da operatori comunali, che fungeranno da punti di riferimento per le comunità locali e si occuperanno tra l’altro del monitoraggio dei bisogni, dell’organizzazione di momenti di confronto e partecipazione, della realizzazione di interventi di animazione sociale nel territorio).
L’ascolto e il coinvolgimento del territorio verrà assicurato dall’Assessore delegato, che avrà un contatto costante e diretto con il territorio, costituendo il tramite tra le “periferie” e il “centro”.

La nuova Amministrazione valuterà inoltre, dopo il suo insediamento, se istituire una Commissione Consiliare Speciale, per meglio definire modalità di interazione, strumenti, attori da coinvolgere e Regolamento della Partecipazione.
Oltre alle sei nuove Delegazioni (Centro, Via Bologna, Sud, Ovest, Nord ed Est), saranno attivati anche uno Sportello Anagrafico all’interno del polo ospedaliero di Cona e uno Spazio di Prossimità nel centro Sociale La Ruota di Boara.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...