Il nuovo parco fotovoltaico di via Aranova


da Cronaca Comune

E’ stato inaugurato ufficialmente questa mattina, mercoledì 2 aprile in via Pelosa (vicino all’incrocio con via Aranova) a Ferrara un nuovo parco fotovoltaico realizzato da Rete Solare, società del Gruppo Tozzi di Ravenna. All’incontro per l’avvio ufficiale dell’impianto di produzione di energia solare erano presenti il Sindaco, l’assessora comunale all’Ambiente, rappresentanti della Società Rete Solare Srl – il presidente Franco Tozzi, l’amministratore delegato Mario Tozzi e il direttore generale Claudio Ricci.

 Ferrara città “rinnovabile”. Nel 2013 Rete Solare -società del Gruppo Tozzi di Ravenna-ha ottenuto l’autorizzazione per la costruzione e l’esercizio di un impianto fotovoltaico in via Aranova che ha realizzato nello stesso anno e ora è pienamente in esercizio.

L’impianto, dalla potenza di 11,6 megawatt, occupa una superficie di 35 ettari (di cui 25 effettivamente occupati dai pannelli solari) e produce energia per oltre 15.600 MWh, equivalenti al fabbisogno energetico di 4.000 famiglie, evitando l’emissione in atmosfera di 11.000 t di CO2/l’anno. Un progetto ambizioso che conferma l’orientamento delle Istituzioni ferraresi (Provincia e Comune) verso uno sviluppo ecosostenibile, senza consumo di territorio agricolo dato che l’area interessata dall’intervento era a destinazione produttiva.

La progettazione dell’impianto è stata condotta, fin dall’inizio della procedura di V.I.A., con la continua ricerca di soluzioni progettuali che permettessero il migliore inserimento ambientale e paesaggistico dell’opera con il territorio circostante. A tale scopo sono state introdotte diverse misure di mitigazione ambientale, con l’obiettivo di migliorare la qualità e la riproducibilità delle risorse naturali dell’area interessata. In quest’ottica, i pannelli fotovoltaici sono stati montati su strutture infisse direttamente nel terreno, in totale assenza di fondazioni in cemento armato, per garantire la reversibilità completa del sito al termine del ciclo di vita. Arbusti, alberi, siepi autoctone sono state piantumate lungo il perimetro d’impianto, per mitigarne la visibilità dall’esterno. Nell’area oggetto di intervento è presente un macero, un tempo utilizzato per la lavorazione della canapa, sul quale è stato effettuato uno specifico intervento di riqualificazione, secondo un progetto concordato con l’Amministrazione Comunale, al fine di creare le condizioni per lo sviluppo armonioso della flora e della fauna autoctona e la possibilità di svolgere attività di ricerca sulle stesse.
Infine è stato asfaltato il tratto di via Aranova in modo tale da consentire un agevole accesso all’area e a tutte le attività presenti nell’intorno. Sindaco e assessora comunale all’Ambiente hanno sottolineato come con questo impianto si arrivi oggi a superare i 60 MW di potenza installata nel nostro territorio (nel 2008 erano 30 Mw) sommando anche gli impianti di Focomorto e del Polo Chimico Industriale, un’azione contemplata anche all’interno del Piano per l’energia sostenibile. Per il 2020 il piano prevede nuove installazioni di panneli isolari su immobili pubblici e parcheggi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...