L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE VICINA A TUTTE LE PERSONE IN DIFFICOLTA’


Se si dice che bisogna aiutare tutti senza dimenticare nessuno, siamo d’accordo.

Se si afferma, come il consigliere Fornasini, che ci siamo dimenticati dei “nostri”, si afferma il falso.

Non c’è mai stato infatti, in particolare negli ultimi anni, una riduzione dell’ attenzione a tutte le persone in difficoltà anche se stiamo accogliendo le persone salvate dagli affondamenti nel mediterraneo.

Abbiamo fatto cose NUOVE:

– incrementato le risorse per la povertà dal 2015 inserendo una nuova voce strutturale nel bilancio a questo dedicata; (si vedano i beneficiari dei tirocini formativi per verificare se abbiamo dimenticato qualcuno in difficoltà.)

– destinato 226.000 euro nel 2015 per assegni di cura per anziani (che in genere sono di pelle bianca)

– aumentato le risorse per gli educatori di sostegno nelle scuole a bambini con disabilità arrivando a 1.250.000 euro nel 2015 e 2016; (si faccia avanti chi vuole fare differenze tra bambini in difficoltà)

– destinati ormai da diversi anni oltre 200.000 euro annui all’ assistenza delle famiglie in emergenza abitativa

– attivato un nuovo emporio solidale, aperto a tutti (in questi ultimi tempi sarà frequentato sicuramente da molti ferraresi)

Tutto ciò è affiancato da attività ORDINARIE necessarie a mantenere tutti i servizi esistenti attraverso:

  • trasferimento ad ASP di 7,5 milioni per il contratto di servizio (servizi territoriali, contributi a famiglie, integrazioni rette per case di riposo, ecc)
  • trasferimento ad Istituzione Scuola per servizi educativi, politiche familiari per euro 5 milioni oltre alle spese per il personale (circa 350 dipendenti)

Al contrario la richiesta di solidarietà lanciata insieme da Comune e Diocesi diretta ad avere in comodato gratuito alloggi sfitti per poterli affidare a Associazioni che affiancano le famiglie in difficoltà è andata deserta ! Nessuna disponibilità !

Premesso ciò, dai dati del Ministero dell’Interno (ottobre 2015) gli stranieri contribuiscono alle entrate dello Stato per 16 miliardi l’anno (tasse, contributi, …) e utilizzano servizi per 12 miliardi l’anno, comprese le spese per l’accoglienza profughi con Mare Nostrum.

Se vogliamo dire qualcosa ai nostri governanti chiediamogli piuttosto di garantire gli allontanamenti ed i reimpatri delle persone che non rispettano le nostre leggi.

Queste polemiche che alimentano sotto elezioni la guerra fra poveri sono vergognose e non aiutano quel sistema di relazioni e mutua solidarietà che facevano dire una volta “meno stato e più società” (ovvero difendiamo la sussidiarietà),  mentre oggi si cambia musica “ci pensi il Comune”.

Ammazzando strumentalmente la coscienza popolare si uccide, con la paura e l’ignoranza, una comunità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...